Agire per ridurre l'autostigma

Quando si parla di assistenza sanitaria comportamentale, il termine "stigma" è spesso usato per descrivere la vergogna o l'imbarazzo che alcune persone provano per la malattia mentale. Pertanto, affrontare lo stigma è importante perché il concetto stesso di vergogna rende difficile per molte persone con malattie mentali cercare aiuto.

Mentre Beacon Health Options continua a riconoscere luglio come mese di sensibilizzazione sulla salute mentale delle minoranze, la nostra serie di blog in corso ha evidenziato come le persone di colore vivano l'assistenza sanitaria in modo diverso dai bianchi a causa di problemi di accesso, differenze culturali e altro. È interessante notare che un'altra differenza tra alcune persone di colore è il modo in cui percepiscono il loro proprio malattia mentale.

Le molte facce dello stigma

Ci sono tre forme generalmente comprese di stigma: "Public stigma" - stigma che esiste nel pubblico in generale; “Stigma strutturale” - quelle politiche, pratiche e procedure aziendali e sociali che ostacolano la ripresa; e infine, "auto-stigma" - quando le persone con malattie mentali interiorizzano gli atteggiamenti pubblici. È quest'ultima forma di stigma tra le persone di colore su cui vogliamo concentrarci oggi. Considera i seguenti risultati da a sondaggio condotto in California.

  • Gli asiatici-americani riferiscono livelli più elevati di auto-stigma, cioè, sentirsi inferiori a quelli senza problemi di salute mentale e meno speranzosi dei bianchi che le persone con malattie mentali potrebbero essere membri della società.
  • I latini intervistati in inglese esprimevano livelli più elevati di auto-stigma ed erano più propensi a nascondere una condizione di salute mentale rispetto ai bianchi.
  • I latini intervistati in spagnolo hanno riportato livelli di stigma inferiori rispetto ai bianchi, ma erano il gruppo meno probabile che avesse avuto accesso ai servizi di salute mentale.

Mentre alcuni studi suggeriscono che i neri americani sono preoccupati per lo stigma associato alla malattia mentale, questo sondaggio della California suggerisce che gli adulti neri americani con una malattia mentale avevano meno probabilità dei bianchi di essere imbarazzati nel cercare servizi di salute mentale.

Resistere all'autostigma

L'empowerment personale è il "modo ampio con cui possiamo ridurre lo stigma", secondo a studio sull'autostigma della malattia mentale. Come osserva lo studio, l'empowerment è il rovescio della medaglia in quanto implica controllo, attivismo, potere e altro ancora. Ma come possiamo far sì che le persone acquisiscano il potere di ridurre il loro auto-stigma? Di seguito sono riportati alcuni passaggi suggeriti dai ricercatori che hanno condotto il sondaggio in California.

  • Divulgazione. Il primo passo è rivelare la propria malattia mentale. La ricerca ha dimostrato che far conoscere agli altri la propria storia psichiatrica aiuta a diminuire gli effetti collaterali negativi dell'autostigma sulla qualità della loro vita. Questa trasparenza promuove il controllo e il potere sulla propria vita.
  • Intervento "porre fine all'autostigma". Questo promettente approccio di gruppo alla riduzione dell'autostigma include materiali educativi; strategie cognitive comportamentali; metodi per rafforzare i legami familiari e comunitari; e tecniche per rispondere alla discriminazione pubblica. Uno studio pilota dell'approccio ha mostrato che riduce l'autostigma e aumenta il sostegno sociale.
  • Supporto tra pari. Gli specialisti del sostegno tra pari - quelle persone con esperienza vissuta di malattie mentali - possono aiutare a responsabilizzare le persone fornendo supporto alle persone che rivelano di recente la loro malattia; promuovere un senso di comunità condividendo attività ricreative ed esperienze personali; e sostenendo tutti gli sforzi che promuovono l'identità e l'orgoglio. Una valutazione qualitativa dei programmi di sostegno tra pari ha mostrato che i partecipanti si sentivano più autosufficienti e rafforzati e acquisivano migliori capacità di coping.

Lo stigma è la sfida di tutti

Mentre le persone con malattie mentali e i professionisti che le trattano possono adottare misure per affrontare l'auto-stigma, è importante notare che lo stigma è, fondamentalmente, un problema sociale. Dopo tutto, sono i pregiudizi e i pregiudizi della società che le persone con malattie mentali interiorizzano. Pertanto, è responsabilità della società cancellare lo stigma pubblico che getta le basi dell'autostigma.

Ciò significa educare noi stessi su cosa significa avere una malattia mentale; per capire quali sono le condizioni; e come si traducono nella vita quotidiana di coloro che ne sono colpiti. Ci sono molte risorse per conoscere la malattia mentale, molte di seguito.

Alleanza nazionale sulla malattia mentale: www.nami.org

Salute mentale America: www.mhnational.org

Mentalhealth.gov: www.mentalhealth.gov

Primo soccorso per la salute mentale: www.mentalhealthfirstaid.org

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie: www.cdc.gov/mentalhealth


Commenti 7. Lascia nuovo

HeleneZimmermanLCSW / BCD-R / EAP
29 luglio 2020 18:40

La negazione è la prima e più importante difesa. Tuttavia, ho notato che nella mia pratica i millennial non negano. La mia pratica ha una vasta gamma di etnie e diversità culturali. La disponibilità della copertura assicurativa dovrebbe consentire un maggiore accesso a un professionista privato.

Rispondi

Ottimi consigli per resistere all'autostigma.

Rispondi

I problemi di salute mentale sono problemi di salute che devono essere affrontati. Lo stigma sulla salute mentale è vecchio stile e obsoleto e non ha posto nella società moderna. Per favore, non permettete a queste convinzioni autoimposte di ostacolare la ricerca di aiuto. Questi sono tempi confusi. Se desideri parlare con qualcuno, noi terapisti possiamo aiutarti. Grazie

Rispondi

Come società è importante avere accesso alla consulenza sulla salute mentale. Quello che ci ricorda il tuo blog è che ci sono molte persone che hanno problemi a chiedere o cercare aiuto. Abbiamo fatto molta strada e abbiamo ancora molta strada da fare per alleviare le preoccupazioni e le paure delle persone riguardo alla ricerca di consulenza.

Rispondi
Brenda Homefield-Rosenzweig
30 luglio 2020 11:58

Vorrei fortemente ricordare ai medici di continuare a trasmettere ai loro clienti quante più informazioni educative possibili sulla specifica "sfida" del cliente. Assicurarsi che non ci sia "disprezzo per se stessi" o vergogna per qualsiasi "diagnosi". Fare riferimento a una vasta gamma di malattie o condizioni che gli esseri umani affrontano, ad es. Cancro, SM; Diabete, demenza, ecc. Per cui la condanna / giudizio da parte della "società" sarebbe assurdo! Aiuta a rielaborare qualsiasi cosa il tuo cliente possa aver visto in precedenza alla luce di Shame.

Rispondi
PM Vincenza Dante
30 luglio 2020 14:51

Lo stigma può essere un vero ostacolo al trattamento. Se riesci a trovare uno psichiatra / clinico dall'eredità del cliente o che parla la loro lingua, ciò può aiutare a creare più apertura.

Rispondi

Il modo migliore in cui i medici possono ridurre lo "stigma" riguardo alle sfide della salute mentale è essere disposti a parlare - apertamente e onestamente - delle nostre sfide sulla salute mentale. Trovo che costruirò rapidamente un rapporto con un nuovo cliente se non ho problemi ad ammettere di aver avuto difficoltà simili.

Se nascondiamo il fatto che abbiamo problemi simili, o che abbiamo avuto in passato, con quell'atto stesso di mentire per omissioni impartiamo vergogna ai nostri clienti indipendentemente dal colore, dall'etnia, dal genere, ecc. La nostra stessa vergogna trasmette vergogna al nostro clienti; siamo spargitori di vergogna per le pari opportunità se non riusciamo a gestire i nostri problemi al riguardo.

produttore!

insegniamo ai nostri clienti, che, tra l'altro, sono abbastanza abili nel percepire chi siamo, nel conoscerci senza nemmeno aprire la bocca, sono molto bravi nel percepire le cose su un subconscio

Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *
I commenti inappropriati e / o non attinenti all'argomento in questione non verranno pubblicati.

it_ITItaliano