[Salta al contenuto]

Suggerimenti su come essere un alleato della comunità LGBTQ+

La storia di giugno come Pride Month abbraccia tre amministrazioni presidenziali e il suo titolo ufficiale in evoluzione riflette le opinioni in via di sviluppo della società nei confronti della comunità LGBTQ+. Nel 1999, il presidente Bill Clinton dichiarò per la prima volta giugno come Mese dell'orgoglio gay e lesbico, e in seguito, il presidente Barack Obama ha cambiato il titolo per renderlo più inclusivo, nominando June come Mese dell'orgoglio LGBT. Quest'anno, il presidente Joe Biden ha ampliato ulteriormente il raggio d'azione dichiarando June as Mese dell'orgoglio LGBTQ+.

LGBTQ-graphic-Blog-1

Negli anni da quando è stato annunciato per la prima volta, il paese ha messo da parte giugno come mese per aumentare la consapevolezza sui problemi LGBTQ+ ((Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender, Queer/Questioning e altre identità di genere e sessualmente espansive) per una buona ragione. Dal momento che le rivolte di Stonewall nel giugno 1969, quando la comunità gay di New York City protestò contro i raid della polizia, abbiamo fatto molta strada nell'accettare individui LGBTQ+, ma c'è sempre spazio per miglioramenti. Nonostante una maggiore consapevolezza e accettazione, dichiararsi lesbica, le identità gay, bisessuali, transgender o di altro genere e sessualmente espansive rimangono difficili per alcune persone. I timori sulle reazioni della famiglia, degli amici, dei colleghi e della società nel suo insieme possono contribuire all'ansia, alla depressione, all'isolamento e ai pensieri suicidi. Considera quanto segue dati:

Fare coming out può essere liberatorio poiché le persone LGBTQ+ imparano chi sono e scoprono una comunità di supporto. In effetti, tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere nel sostenere i membri della famiglia LGBTQ+, gli amici e i colleghi. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su come tutti noi possiamo essere più di supporto alla comunità LGBTQ+.

Creare un'atmosfera di accettazione

  • Sii aperto e accessibile e comunica in modo coerente che sei favorevole alle preoccupazioni LGBTQ+.
  • Sii sensibile e rispettoso verso tutti gli orientamenti e le identità. Evita di fare supposizioni sull'identità di genere o sull'orientamento sessuale di una persona. Non dare per scontato che tutti siano eterosessuali.
  • Usa un linguaggio inclusivo e pronomi preferiti. La scelta di includere i tuoi pronomi nelle presentazioni ad altri e nelle firme e-mail può eliminare la confusione per alcuni e favorire un ambiente più inclusivo. Questa pratica aiuta a ridurre al minimo l'errore di genere e può essere un'importante strategia verso l'inclusività.
  • Cerca informazioni e risorse educative per aumentare la tua comprensione.

Ascolta e sii disposto a parlare

  • Ascolta senza giudizio. Spesso, i tuoi familiari, amici o colleghi LGBTQ+ hanno bisogno di qualcuno che ascolti mentre condividono i loro sentimenti e le loro frustrazioni.
  • Chiedi cosa puoi fare per supportarli meglio, senza fare domande invadenti.
  • Sii un alleato e offri empatia e supporto.

parla

  • Normalizza la discussione sui problemi LGBTQ+ parlando di supporto in diversi contesti, come quelli sociali, lavorativi o di culto. In questo modo aiuta gli altri a sentirsi a proprio agio nel fare lo stesso.
  • Dì qualcosa se senti qualcuno fare un'osservazione denigratoria o raccontare una barzelletta che stereotipi le persone LGBTQ+. Il silenzio può trasmettere accettazione.

Fornire risorse e assistenza

  • Condividi risorse utili quando appropriato, come il Gay-Straight Alliance Network (www.gsanetwork.org) o c'è di meglio (www.itgetsbetter.org).
  • Convalidare preoccupazioni, esperienze e sentimenti. Se qualcuno mostra segni di angoscia o depressione, contatta i gruppi di supporto locali o il Programma di assistenza ai dipendenti (EAP) della tua azienda se hai accesso a tale vantaggio.
  • Essere consapevoli delle risorse disponibili per situazioni urgenti o di emergenza. Ad esempio, inviando un SMS "HOME" al 741741 metterai in contatto te o una persona cara con un consulente di crisi, oppure la National Suicide Prevention Hotline può essere raggiunta 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-273-8255.

Giugno come mese dell'orgoglio LGBTQ+ è un promemoria per abbracciare le differenze. Non siamo tutti uguali e riconoscere questo ci rende migliori come individui e, in definitiva, come società. Mentre guidi vicino a una bandiera arcobaleno appesa a una vetrina, un ristorante, un'auto o la finestra di casa, fermati per ricordare a te stesso il tuo ruolo nell'essere un alleato della comunità LGBTQ+.


Commenti 9. Lascia nuovo

È anche importante ricordare che le persone cambiano. Possono identificarsi ad un certo punto come la loro identità di nascita o come eterosessuali o bisessuali e col passare del tempo, come non binari o trans o come Bi o queer o pansessuali o….. E possono identificarsi come lesbiche e gay e poi scoprono di essere attratti da qualcuno del sesso opposto.

Rispondi
John Angelopoulos, EdD
16 giugno 2021 15:21

Il più eccellente….grazie

Rispondi

Diversi clienti nella mia pratica di psicoterapia sono giovani adulti che stanno entrando in contatto con le loro identità LGBTQ. In generale, beneficiano di essere ascoltati senza giudizio e convalidati come esseri umani meritevoli. Sento costantemente che è mio privilegio quando i clienti sono in grado di condividere i loro pensieri, idee e sentimenti più intimi con me.

Rispondi

Assisto completamente quando i miei clienti chiedono documentazione per operazioni di cambio di sesso. Dopo la consultazione per determinare se ci sono dubbi, mi metto subito al lavoro di scrivere per aiutare i clienti ad andare avanti con autodeterminazione.
Divora Stern LCSW California

Rispondi
Mindelle K Seltzer
16 giugno 2021 23:42

Inoltre ho consigliato ai genitori di bambini LGBTQ+. Far sì che accettino i loro figli e non si sentano in colpa per le scelte dei loro figli può essere difficile.

Rispondi

Buon articolo... grazie

Rispondi
Marit Isaksen
18 giugno 2021 10:36

Grazie per aver risposto alla necessità di accettazione e supporto incondizionati della comunità LGBTQ+. Si prega di continuare a informare ed educare.

Rispondi
Julie Boswell
18 giugno 2021 17:50

Grazie per la visibilità e le informazioni necessarie per i Provider. Il nostro ufficio è stato collegato al centro comunitario LGBTQ+ locale sin dall'inizio della copertura per la salute mentale tramite Beacon. Siamo grati di fornire un luogo sicuro per la crescita terapeutica di Folx.

Rispondi

Sto lavorando con due donne lesbiche. Uno, cinese, ventenne, che lotta per la comprensione dei genitori, in particolare della madre, e si sente traumatizzato e insicuro. L'altra una donna nera, 40 anni, sposata con figli, che finalmente capisce di essere queer e deve trovare un modo per vivere con autenticità. La mia capacità di accettare sia il loro background che le preferenze sessuali è stata preziosa per loro. Sono molto contento che si fidino di me come loro terapeuta e che possano essere aperti nell'esplorare i loro problemi. Un'altra è una giovane donna di colore che è bot ma sicura della sua sessualità ed è desiderosa di esplorare le sue preferenze.

Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *
I commenti inappropriati e / o non attinenti all'argomento in questione non verranno pubblicati.

Collegamento superiore
it_ITItaliano