[Salta al contenuto]

5 consigli per aiutare una persona alle prese con un disturbo alimentare

I disturbi alimentari colpiscono milioni di americani, con circa 1 su 10 che dovrebbe svilupparne uno nel corso della propria vita.[1] Condizioni tra cui anoressia nervosa, bulimia nervosa e abbuffate colpiscono persone di tutte le età, razze, tipi di corpo e generi.[2]

Chiunque può sviluppare un disturbo alimentare in qualsiasi momento della vita. In molti casi inizia durante l'adolescenza o la giovane età adulta, con un'età media di esordio tra i 12-25 anni.[3]

Durante la pandemia di COVID, un picco di disturbi alimentari segnalati ha indicato un aumento di oltre 70% nel volume delle chiamate alle hotline nazionali.[4] Con i disturbi alimentari che si classificano come la principale malattia mentale fatale nei giovani, è un problema che non possiamo permetterci di ignorare.[5]

Le statistiche sono allarmanti.

  • In uno studio condotto su ragazze adolescenti fino all'età di 20 anni, più di 13% soffriva di un disturbo alimentare DSM-5.[6]
  • Le probabilità di morire per suicidio aumentano fino a 32 volte per adolescenti e giovani adulti con un disturbo alimentare. Complessivamente, 1 decesso di anoressia su 5 è causato dal suicidio.[7]
  • Fino alla metà delle adolescenti si dedica a diete drastiche, digiuni, vomito autoindotto, pillole dimagranti o lassativi.[8]
  • I maschi costituiscono il 25% di individui con anoressia nervosa e sono a maggior rischio di morte a causa della diagnosi tardiva e delle false supposizioni che i disturbi alimentari si verificano solo nelle femmine.[9]
  • Meno del 6% delle persone con disturbi alimentari viene diagnosticato dal punto di vista medico come "sottopeso".[10]

Il trattamento precoce è fondamentale. Sappi che il tuo supporto è importante. Potresti non essere sicuro di come aiutare o parlare delle tue preoccupazioni. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti ad assistere tuo figlio o una persona cara che soffre di un disturbo alimentare:

Prima di parlare, impara. I disturbi alimentari sono complessi. Impara informazioni accurate su disturbi alimentari, peso corporeo, alimentazione ed esercizio fisico. Leggi i fatti in modo da evitare di alimentare qualsiasi disinformazione o semplificazione eccessiva della questione.  

Pianificare in anticipo. Affrontare questo argomento con la persona amata è irto di emozioni, il che lo rende potenzialmente ansioso. Sappi in anticipo cosa dirai, quindi trova un posto tranquillo e riservato per parlare.

Comunica onestamente e apertamente. Dimostra amore e intenzioni positive e ricorda di usare le affermazioni "I" per evitare di sembrare accusatorio. Convalida le loro paure continuando a esprimere la tua preoccupazione.

Fai attenzione al potenziale stigma e lavora per rimuoverlo. I problemi di salute mentale possono spesso portare a sentimenti di vergogna. Questo vale anche per i disturbi alimentari. Rafforza che la salute mentale è importante quanto la salute fisica e che non sono soli, ribadendo la tua genuina cura e il desiderio di essere un supporto.

Aiutali a trovare un aiuto professionale. Molti disturbi alimentari richiedono un aiuto professionale. Fino a 20% di tutti i casi sono fatali se non trattati. Offriti di aiutare la persona amata a trovare un trattamento tempestivo ed efficace. Includere un controllo medico come parte del loro team di assistenza professionale.

La linea di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 di Beacon è disponibile per chiunque soffra di disturbi alimentari. Chiamaci in qualsiasi momento al numero 1-800-580-6934 o in caso di crisi contatta il 988 Suicide and Crisis Lifeline. Numero verde della National Eating Disorder Association (NEDA): (800) 931-2237


[1] Il sito web del registro federale degli archivi nazionali, Settimana nazionale di sensibilizzazione sui disturbi alimentari, 2022 (accesso a ottobre 2022): federalregister.gov/documents/2022/02/24/2022-04096/national-eating-disorders-awareness-week-2022.

[2] Sito web dell'Istituto Nazionale di Salute Mentale, Problemi alimentari (accesso a ottobre 2022): nimh.nih.gov/health/topics/eating-disorders.

[3] Sito web della Johns Hopkins Medicine, Domande frequenti sui disturbi alimentari (accesso a ottobre 2022): hopkinsmedicine.org/psychiatry/specialty_areas/eating_disorders/faq.html

[4] Il sito web del registro federale degli archivi nazionali, Settimana nazionale di sensibilizzazione sui disturbi alimentari, 2022 (accesso a ottobre 2022): federalregister.gov/documents/2022/02/24/2022-04096/national-eating-disorders-awareness-week-2022.

[5] Sito web del Center for Discovery Eating Disorder Treatment, Cinque statistiche sull'anoressia nervosa e le sue conseguenze (accesso a ottobre 2022): centerfordiscovery.com/blog/statistics-behind-anorexia/.

[6] Sito web della National Eating Disorders Association, Statistiche e ricerche sui disturbi alimentari (accesso a ottobre 2022): nationaleatingdisorders.org/statistics-research-eating-disorders.

[7] Sito web del Center for Discovery Eating Disorder Treatment, Cinque statistiche sull'anoressia nervosa e le sue conseguenze (accesso a ottobre 2022): centerfordiscovery.com/blog/statistics-behind-anorexia/.

[8] Sito web dell'ANAD, Statistiche sui disturbi alimentari (accesso a ottobre 2022: anad.org/eating-disorders-statistics/.

[9] Sito web della National Eating Disorders Association, Statistiche e ricerche sui disturbi alimentari (accesso a ottobre 2022): nationaleatingdisorders.org/statistics-research-eating-disorders.

[10] Sito web dell'ANAD, Statistiche sui disturbi alimentari (accesso a ottobre 2022: anad.org/eating-disorders-statistics/.


Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *
I commenti inappropriati e / o non attinenti all'argomento in questione non verranno pubblicati.

Collegamento superiore
it_ITItaliano